mercoledì 8 gennaio 2020

Ghiaino...


C'è un negozio, vicino a casa mia, di materiale per hobby creativi. Non ci vado spesso perchè difficilmente trovo cose adatte al miniaturismo: di solito c'è materiale per decoupage, stoffe, bottoni, decorazioni per la casa, etc.
Ieri, però, passavo lì vicino e ho pensato di fermarmi. Ho preso un paio di tubetti di colore acrilico (bianco e verde scuro) e incredibilmente ho trovato qualcosa che ero convinta di dover cercare on line: un bel sacchetto di ghiaia sottilissima, che mi occorre per il sentierino nel giardino della mia doll house!
Sono molto soddisfatta e spero di trovare presto un attimo per provare ad usarlo! Qualche suggerimento?

martedì 10 dicembre 2019

Cominciamo ad allestire il negozio!


 
A Stoccolma è già molto freddo, tra poco sarà Natale. Gli operai  hanno finalmente terminato la ristrutturazione del piccolo negozio e brita può cominciare ad allestire.

martedì 3 dicembre 2019

Riempiendo mini-barattoli...

Qualche settimana fa sono stata con una amica ad una bella fiera dedicata agli hobbies creativi. Ho comprato diverse cose, tra cui questi adorabili barattoli in vetro in miniatura.
La loro destinazione originale sarebbe la creazione di ciondoli di bigiotteria, ma naturalmente per me sono oggetti... per bambole!
Questi barattoli sono troppo grandi per la mia casa di bambola in scala 1:12, ma sono perfetti per le mie roomboxes in scala 1:6.

martedì 19 novembre 2019

Un progetto in scala 1:6

Una cosa di cui non ho mai parlato in questo blog, è che io colleziono anche bambole in scala 1:6, anche detta Playscale. Le più famose sono le Barbie, ma ho avuto anche Momoko, Poppy Parker, J-dolls e altro.
Da quando Mattel ha prodotto le Barbie Made to Move, con un corpo davvero molto posabile, sono tornata a collezionare Barbie, che avevo abbandonato.
Da un po' di tempo ho in mente di realizzare alcune roombox (una per ogni barbie della mia collezione) che fossero in linea con il personaggio.
E visto che ho cominciato a realizzare la prima, ho pensato che in effetti potevo parlarne qui sul blog, visto che - in effetti - si tratta pur sempre di miniature, anche se in una scala differente.
Questa è la roombox - ovviamente anche questa in WIP - che ho dedicato ad una bambola che ho chiamato Brita.
Brita, nella mia immaginazione, è una giovane ragazza di Stoccolma che ha un negozio di fiori ed abita in un monolocale sul retro del negozio.
A sinistra il negozio, a destra la camera da letto. Ho scelto materiali chiari e linee semplici per rimanere in tema scandinavo.

giovedì 14 novembre 2019

Un abito per la padrona di casa

Costruire una casa di bambola avendo già a disposizione quasi tutti gli arredi e gli accessori ha dei pregi e dei difetti.
Un pregio, ad esempio, è che puoi ragionare sulla forma delle stanze sapendo già quali mobili ci metterai.
Un difetto è che la tua dolls house, per moltissimo tempo, ha sempre uno strano aspetto in cui alcune cose sono molto provvisorie ed abbozzate, ed altre sono già dettagliatissime. XD
In questi giorni ho cercato si sistemare un po' di queste cose provvisorie, come il giardino, la tinta dei muri, le finestre, i pavimenti... tutti lavori scollegati, seguendo solo l'ispirazione del momento.
E ieri - finalmente - mi sono decisa ad occuparmi un po' anche delle bambole che abiteranno questa casa!

giovedì 7 novembre 2019

Un piccolo passo per il giardino

Ieri stavo pulendo la mia dispensa (quella in scala 1:1) e ho trovato una vecchia confezione di semi di papavero, comprata chissà quando e aperta da chissà quanto. Non mi ricordavo nemmeno di averla, e credo che la triste verità sia che... a questo punto non la userò più per cucinare.
E' evidente che i semi di papavero non hanno molto successo in questa casa. :D
Però mi sono ricordata di aver letto da qualche parte che i semi e le spezie erano utili per creare erba, muschio e altri dettagli del giardino. Credo di aver fatto qualche esperimento con le spezie anche in passato.
Così ho deciso che era arrivato il momento di mettere mano al (piccolo) giardino della mia casa di bambola, ed eccomi qui!
Questa era la situazione dopo mesi di incuria e oblio:
Un albero con i rami attaccati con nastro adesivo di carta, un pergolato mezzo rotto e tanta, tanta, tanta polvere...

mercoledì 21 agosto 2019

La facciata

Qualche mese fa, quando la mia spinta creativa ha cominciato ad esaurirsi, mi sono resa conto che sarebbe iniziato un periodo in cui gli impegni erano molti, il tempo poco e la voglia di lavorare alla casa... nulla.
Ho capito che la mia povera dollshouse sarebbe rimasta sola e abbandonata per molto tempo, e quindi si sarebbe riempita di polvere. Così ho pensato di fare un ultimo sforzo e di provare a chiuderla con una facciata.