domenica 4 novembre 2018

Il pavimento della sala: una serie di sfortunati eventi



Visto che l'interesse e la voglia di fare sembrano durare ancora un po'  ho deciso di mettere mano al pavimento della sala a piano terra. Ho studiato un po' di foto dell'epoca, e ho notato che spesso non c'era il parquet, come mi aspettavo, ma pavimenti in ceramica con vari disegni.



Ho quindi aperto il mio fidato pinterest e cercato qualcosa di stampabile e di adatto alla mia casa di bambola. Ho trovato questo pavimento sui toni del beige e dell'azzurro, che ho trovato molto grazioso.
L'ho stampato, incollato su un cartoncino robusto e ritagliato in singole piastrelle. L'idea era di accostare con più precisione possibile, per simulare la posa di vere piastrelle con relative fughe. 
 Purtroppo ho stampato i vari fogli in tempi e formati diversi, e il risultato è stato che le piastrelle non erano tutte delle stesse dimensioni. Differenze di un millimetro appena, ma abbastanza da creare fughe enormi o sfalsamento del disegno.
Ho cercato di convincermi che era cosa da poco e non si sarebbe notata, ma non ce l'ho fatta. Continuavo a vedere quelle orribili fessure tra una piastrella e l'altra, e mi sembravano grandi come canyon! Ho anche cercato di riempire gli spazi vuoti con una pasta bianca  ma non funzionava: troppo granulosa e troppo bianca. Ci ho dormito su, sperando che la mattina il danno mi sarebbe sembrato meno grave. 
Ma non è stato così. Tutti gli errori erano ancora lì, così ho deciso di togliere tutto e ritentare da capo. C'è stato un momento in cui ho pensato di stare peggiorando la situazione. Le piastrelle si staccavano a metà, creando un sacco di irregolarità sul fondo.
Mi sono distrutta le unghie cercando di staccare tutti quei quadratini, e alla fine ho deciso di tentare una manovra che prometteva di essere efficace ma anche rischiosa: ho preso un pennello e ho spalmato generosamente acqua su ciò che restava delle piastrelle di cartone.
Avevo paura che potesse gonfiarsi il legno, ma per fortuna non è successo. Ad ogni buon conto, per sicurezza ci ho lasciato due grossi pesi sopra per un paio d'ore.
Quando finalmente il fondo è stato abbastanza libero, ho deciso di cambiare approccio: ho trascorso un po' di tempo a fare calcoli aritmetici per adattare il disegno originale alle mie misure. Questo per evitare di procedere una piastrella alla volta, ma per poter utilizzare pannelli interi già della misura giusta.
Ho diviso il disegno in 4 sezioni che potessero stare ciascuna in un foglio A4, e questo è quello che ho ottenuto. Ho incollato il tutto di nuovo su cartone robusto, usando la colla stick, e poi ho fissato il cartone al legno con la mia amata colla vinilica. Ho simulato le fessure passando con un cutter lungo le linee e infine ho passato la vernice lucida te sul tutto. Mentre uscivo di casa ho visto che la carta cominciava a gonfiarsi. Cosa troverò al mio ritorno? 

8 commenti:

  1. Hello Elenè! I have experienced many mishaps with tiling and I feel your pain! What I finally found that works wonders is this:

    1. Lay out your floor in your graphics program, adding an overlay grid, in the color of your grout, over the top of the floor design. Print and let dry overnight.
    2. Coat the entire floor in a light layer of Mod Podge and let dry.
    3. Mod Podge the floor sheet onto heavy cardstock or cardboard and let dry.
    4. Using a ruler and a ball stylus the width of the grout lines, burnish all the grout lines into the sheet.
    5. Affix the floor into the dollhouse, then apply one last heavy coat of Mod Podge and let dry for several days.

    The floor comes out looking like real tile with or linoleum with ease.
    Good luck - the pattern is lovely and I can't wait to see the results!
    Jodi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you so much for being in my blog, and thank you very much for your advice! I used a vinyl-based glue that I believe is similar to Mod Podge. The tiles swelled up, but then the glue pulled and the floor came flat and smooth! I passed another layer of glossy paint, and I'm happy with the result. I'll post the photos as soon as I get some time! ^ _ ^

      Elimina
  2. Oh my goodness!!!
    I have been there too Elene' and like you, I have had to undo more things which have gone wrong inside my dollhouse, than I care to count.
    Jodi's solution for printing and laying tiles in the future, sounds like a keeper, meanwhile I really hope that these pretty tiles will dry flat! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dear Elizabeth,
      (or Elisabetta, as we say in Italy), the life of us doll house lovers is full of misadventures and bad endeavors ... but when things are going well, it's really fantastic! You are so creative and I do not think you were wrong as often as you say!

      Elimina
  3. Ciao Elenè! Non avevo visto ancora questi post. Deve essersi sfuggito. Come è andata a finire con il tuo pavimento? Non avrei potuto comunque suggerirti sul da fare. Su molte cose vado anche io a naso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Il pavimento per fortuna è venuto bene, la colla ha tirato asciugandosi, e alla fine ha appiattito tutto. Se finalmente qui ci sarà qualche ora di sole (invece che grigio e pioggia costanti), farò un po' di foto del risultato...

      Elimina
    2. Ciao Elenè!!! Come va??? É un bel po' che non ti fai sentire.....

      Elimina
    3. Ciao Blanche! Hai ragione, sono sparita da talmente tanto tempo che non mi ero nemmeno accorta del tuo commento! Sono stata assorbita da mille cose, accumulato una buona dose di stanchezza cronica e abbandonato pressochè del tutto la mia amata dolls house. Ho visto che invece tu hai postato diverse cose, quindi passerò al più presto a leggere e commentare! E credo che sia decisamente ora di aggiornarvi su come sia finita con il mio pavimento...

      Elimina